CLASSROOM – controlli ANTIPLAGIO automatici sui COMPITI (in DOCUMENTI)

L’altra settimana, proprio nella nostra classe, ho assistito alla “solita” scena: ad un tema argomentativo sui videogiochi assegnato a 28 allievi, la maggior parte di essi l’ha spudoratamente copiato dalla rete, da Internet, senza il minimo pudore!

ESISTE UNA POSSIBILITA’ PER CONTRASTARE QUESTA “BRUTTA PRATICA”? In parte SI. Dall’estate sono arrivati anche in Italia gli “Originality reports”, ovvero i rapporti sull’orginalità di un compito assegnato con Documenti all’interno di Classroom.

Ogni classroom ha a disposizione solo 5 rapporti (5 possibilità per tutta la classroom in un anno). La funzione fa parte di G Suite Enterprise for Education, la versione a pagamento (e molto costosa) dei servizi Google per le scuole. Per rapporti infiniti bisogna che l’istituto paghi l’abbonamento. (solo per conoscenza: con la versione G Suite Enterprise for Education – a pagamento – è possibile avere segnalazione di copiature non solo da Internet ma anche dagli altri compiti consegnati dai compagni di classe).

Ogni insegnante potrà decidere se attivare questo strumento per capire se il compito consegnato dagli studenti sia farina del loro sacco, oppure il frutto di un banale copia-incolla.

Il controllo funziona solo su DOCUMENTI. Non si può applicare ad un modulo Google con risposte aperte.

Anche ogni studente ha a disposizione 3 rapporti di originalità per ogni compito. Lo stesso strumento è disponibile anche per loro, aiutandoli a citare correttamente le fonti ed evitare di essere accusati di plagio.

Come funziona? Quando esegui un rapporto, il file di Documenti Google di uno studente viene confrontato con pagine web e libri su Internet. Il rapporto fornisce link alle fonti rilevate e segnala le eventuali citazioni omesse. Il rapporto sull’originalità mi segnala non solo il numero ma la percentuale di contenuti dichiarati nel compito.

Posso stampare come insegnante il rapporto sull’originalità del testo/compito consegnato e rispedirlo allo studente con tutte le citazioni (pardon: copiature) e chiedergli di non fare più copia-incolla o almeno di citare correttamente le fonti!

I rapporti sull’originalità sono disponibili solo per gli account G Suite for Education in cui la lingua è impostata su francese, inglese, indonesiano, italiano, norvegese, portoghese, spagnolo e svedese.

* * * *

Nel video di Alessandro Bencivenni (ProfDigitale) della durata di 10’03’’ (pubblicato il 20 agosto 2020) è spiegato “passo per passo” come attivare ed utilizzare questo strumento (ahimè solo 5 volte per Classroom).

Utile? Credo di SI, sia a noi docenti che… ai nostri allievi!

Per leggere un RAPPORTO sull’originalità, leggi la guida molto dettagliata di Classroom di Google – LEGGI.

Del resto “il C.I.R.A. è una competenza fondamentale per l’accesso alle fonti digitali, soprattutto a quelle presenti in rete” (A.F.).

Aggiornato al 29 novembre 2020