GOOGLE DUO: per videochiamate di gruppo nella didattica a distanza

Le app per le videochiamate esistono da anni, ma nessuno poteva prevedere che il loro utilizzo sarebbe aumentato in modo così esponenziale negli ultimi mesi. Complici le misure restrittive prese da molti governi per combattere il coronavirus, le persone di tutto il mondo hanno dovuto sperimentare metodi alternativi per restare vicini ai propri cari, agli amici e, in molti casi, ai colleghi di lavoro. Insieme a WhatsApp, Skype, Zoom e il nuovo arrivato di casa Zuckerberg Messenger Rooms, tra le app che stanno riscuotendo maggiore successo ci sono anche Google Meet e Google Duo, le piattaforme per le videochiamate di proprietà di Google.

Ecco una presentazione di DUO, che da la possibilità di videochiamate di gruppo da 8 a 12 partecipanti… per eventuali “interrogazioni” o lavori di gruppo (lasciando fuori WhatsApp o Zoom che non garantiscono gli stessi standard nella privacy!).

La principale novità annunciata dal colosso di Mountain View riguarda le videochiamate di gruppo. Proprio come è accaduto per WhatsApp, che di recente ha aumentato il numero di partecipanti per le videocall, anche Google Duo ha incrementato il numero massimo di utenti che possono partecipare alle videochiamate di gruppo passando da 8 a 12, con la possibilità di estenderlo ulteriormente nelle prossime settimane (si parla fino a 32!). 

Tra le altre funzioni annunciate, ci sono anche nuovi filtri in realtà aumentata e un pulsante per effettuare lo screenshot della schermata durante le videochiamate di gruppo. In questo modo, sarà possibile catturare i momenti trascorsi insieme – su smartphone, tablet e Chromebooks – e condividerli in modo immediato con i partecipanti, un trend in forte crescita sui social network in questo periodo di lockdown. 

La qualità e la velocità del servizio saranno garantite da una nuova tecnologia basata sull’intelligenza artificiale e su codec video che consentirà di ridurre le interruzioni audio e migliorare la qualità video anche in casi di connessione Internet lenta. Tutto questo senza mai dimenticare la privacy – una questione spesso al centro del dibattito pubblico quando si parla di videochiamate – che anche in questo caso, rassicura Big G., sarà assicurata dalla crittografia end-to-end.

Nelle prossime settimane Duo sarà disponibile anche direttamente su Chrome, senza quindi dover usare altre applicazioni. Per entrare in un gruppo, gli interessati dovranno comunque essere in possesso di un account Google.

Disponibile anche la “modalità famiglia”, che permette anche ai più piccoli di divertirsi in videochiamata. In particolare, è possibile attivare una lavagna digitale e creare dei semplici disegni, senza rischiare di staccare la videochiamata per errore. Tutti i partecipanti potranno vedere le creazioni in diretta.

(aggiornato al 4 aprile 2021)
(rielaborato da http://www.insidemarketing.it SIMONA ROSSI, 09-05-2020 e da http://www.tomshw.it Biagio Petronaci 9-05-2020)